top of page
  • Immagine del redattoreSer&Gio

EcoTeatro: presentata la stagione 2024/2025: una carrellata delle emozioni in scena per i suoi spettatori



Ecoteatro aprirà il suo sipario per la stagione 2024/2025 il prossimo 3 ottobre,ma già fin d’adesso promette ai suoi spettatori divertimento assicurato con un mix eclettico di spettacoli che spaziano dalla commedia alla riflessione profonda, dal divertimento puro alla celebrazione della musica e della cultura.

Tra i partecipanti alla serata di presentazione della Nuova Stagione  vi sono state stelle del calibro di  Enrico Beruschi, Mirko Ranù, Luca Arcangeli, Sergio Muniz, Miriam Mesturino, Maurizio Micheli, Paolo Belli, Veera Kinnunen.


LA PROGRAMMAZIONE


Ad aprire la stagione sarà lo spettacolo “Parole Cantate“: un viaggio attraverso i grandi della musica, in scena dal 3 al 6 ottobre 2024:


Parole Cantate trasformerà il palcoscenico in un viaggio affascinante attraverso le canzoni che hanno segnato epoche e generazioni. Con la maestria di Mirko Ranù, Walter Palamenga, Giuseppe Creazzo e Luca Arcangeli, il pubblico sarà coinvolto in un concerto teatrale dove le voci di Frank Sinatra, Massimo Ranieri e Giuni Russo prendono vita attraverso performance incantevoli e numeri di danza.

Seguirà dal 18 al 20 ottobre 2024 e dal 24 al 27 ottobre 2024 lo spettacolo “Il Misantropo“: attualità e riflessione sarà la chiave che darà vita ad una rilettura di un classico: Nella turbolenta contemporaneità, Il Misantropo di Molière ritorna con la firma di Enrico Beruschi, dopo il successo de Il Borghese Gentiluomo e Anfitrione. Un cast di giovani talenti darà nuova vita a questo capolavoro, esplorando temi di disillusione, compromesso e lotta contro l’ipocrisia sociale.


Lapponia: Commedia tra verità e bugie, in scena dall’8 al 10 novembre 2024 e dal 14 al 17 novembre 2024

Lapponia è una commedia che, con il suo humor corrosivo e graffiante, esplora situazioni attuali e tematiche vicine al pubblico. Con Sergio Muniz, Miriam Mesturino, Cristina Chinaglia e Sebastiano Gavasso, questo spettacolo promette risate e riflessioni in egual misura.


Ecce (h)omo: La normalità attraverso il sorriso in scena dal 29 novembre al 1° dicembre 2024:Ecce (h)omo è un’opera che con ironia e profondità esplora il concetto di normalità attraverso la storia di Sergio Sormani e Giorgio Donders, una coppia che rappresenta l’uguaglianza e la diversità umana. Attraverso dialoghi brillanti e tocchi di poetica, lo spettacolo invita il pubblico a riflettere e sorridere insieme.


Dei Fiori… Grazie!: una celebrazione del Festival di Sanremo, in scena dal 28 al 31 dicembre 2024 e dall’1 al 6 gennaio 2025:Nel cuore dello spettacolo Dei Fiori… Grazie!, l’atmosfera del Festival di Sanremo prende vita con le sue canzoni iconiche e le storie dietro le quinte. Mirko Ranù, Luca Arcangeli, Walter Palamenga e altri artisti ancora da annunciare guideranno il pubblico in un viaggio musicale e teatrale che celebra il patrimonio culturale italiano e allieteranno il passaggio dal vecchio al nuovo anno fino alla Befana.


Nessuno è perfetto: una tragicomica serata del 2006,  in scena dal 24 al 26 gennaio 2025 e dal 30 al 31 gennaio 2025 con una ripresa il 1° e 2 febbraio 2025:

Nessuno è perfetto è una piccola storia tragicomica ambientata durante la famosa serata del luglio 2006, quando l’Italia vinse i mondiali di calcio. Un attore di scarso successo e una ragazza dell’Est si incontrano in un modesto albergo, dando vita a una serie di situazioni comiche e riflessive che ironizzano sulle debolezze del maschio medio italiano.


Pur di far spettacolo: Paolo Belli tra prosa e canzoni, in scena dal 20 al 23 febbraio 2025:Pur di far spettacolo vede il ritorno di Paolo Belli con un mix di prosa, canzoni, aneddoti e gag. Accompagnato da sette musicisti/attori, Belli racconta le mille peripezie e i colpi di scena vissuti durante la sua carriera, coinvolgendo il pubblico con momenti intimi e interattivi.


Le donne, lo sciopero del sesso continua: un omaggio ad Aristofane, in scena dal 7 al 9 marzo 2025 e dal 13 al 16 marzo 2025:Le donne, lo sciopero del sesso continua è un omaggio all’opera di Aristofane, in cui Lisistrata e le altre donne greche scioperano contro la guerra rifiutandosi di avere rapporti sessuali con i propri mariti. Mirko Ranù, Walter Palamenga e un cast ancora da definire daranno vita a una commedia vivace, con musica, canto e danza, rimanendo fedeli al testo originale.


Sinatra: The Man and His Music, in scena dal 29 al 30 marzo:Sinatra: The Man and His Musiccelebra la vita e la carriera di Frank Sinatra.

Gianluca Guidi, accompagnato da un trio di jazzisti, guiderà il pubblico in un viaggio/tributo alla straordinaria voce pop che ha incantato milioni di persone.

Aneddoti, curiosità e brani indimenticabili renderanno omaggio a un mito della musica mondiale.


In The Deep: un viaggio emozionale con Cher, dal 4 al 6 aprile e dal 10 al 13 aprile 2025:In The Deep racconta la storia di Cher, una cameriera con un cuore grande e la necessità di dare amore. Attraverso alti e bassi, Cher trova se stessa in un percorso intenso di auto-scoperta e perdono. L’opera, creata da Chiara Menichetti e Veera Kinnunen, promette di emozionare e ispirare il pubblico con la sua profonda umanità.


L’Ombretto nello Zucchero: intrighi e risate con la compagnia delle Drag Queen, in scena dal 15 al 18 maggio 2025:L’Ombretto nello Zucchero racconta le vicende di Tony e della sua compagnia di Drag Queen, in un’epica di incontri, amori, e risate. Con la regia di Luca Arcangeli e la partecipazione di Mirko Ranù, Vittorio Surace e Walter Palamenga, lo spettacolo offre un mix di comicità e pathos, condito dalle canzoni più indimenticabili della storia musicale.


La stagione 2024/2025 di Ecoteatro promette di essere dunque un’esperienza teatrale ricca e variegata, dove ogni spettatore troverà qualcosa di speciale. Dai classici rivisitati all’umorismo contemporaneo, ogni produzione è pensata per catturare l’attenzione e il cuore del pubblico, celebrando la magia del teatro e della musica dal vivo.


Ecoteatro è stata la prima sala milanese ad adottare un protocollo gestionale conforme al modello di sviluppo sostenibile promosso dalla Comunità Europea e dall’Agenda 2030 delle Nazioni Unite. In seguito al progetto “EcoInnovazione Teatrale” finanziato dalla Fondazione Cariplo, l’EcoTeatro ha ottenuto la certificazione di qualità ISO 20121 come location per eventi sostenibili. Inoltre, è stata riconosciuta dall’Università di Losanna come “Word Leading Institution” in tema di Cultura e Sostenibilità Ambientale.


Ecoteatro Via Fezzan 11 MilanoInfo line 02/82773651www.ecoateatro.it

Comments


bottom of page